Come velocizzare il computer all'avvio

Come velocizzare il computer all'avvio

 

Come velocizzare il computer all'avvio

A causa della maggior richiesta di risorse, l'installazione di una più recente versione del Sistema Operativo sulla stessa macchina, generalmente causa un inevitabile degrado delle prestazioni spesso molto accentuato e fastidioso, perciò presentiamo alcuni suggerimenti da applicare al Sistema per cercare quanto meno di rendere questo spiacevole effetto il meno pesante possibile.

Nota: se si è deciso di aggiornare il proprio Sistema al più recente Windows 10 esistono 2 modi diversi di farlo:

 - aggiornando un precedente Windows 7 o 8; in questo caso dati e programmi non verranno toccati e funzioneranno anche dopo l'aggiornamento senza fare altro e si avrà 1 mese di tempo per decidere se tornare indietro ripristinando la precedente versione del Sistema;

 - installando Windows 10 da zero, cancellando tutto il contenuto del disco che quindi dovrà essere riinstallato (programmi) e ricopiato (dati) al termine dell'installazione di Windows.

In tutti i casi si consiglia vivamente di eseguire un backup dei propri dati prima di procedere con l'installazione!!!

Ciò premesso, per cercare di rendere il più veloce possibile il proprio computer, suggeriamo di adottare tutti o in parte i passaggi descritti di seguito.

NB: quanto proposto è stato testato senza alcun problema e non possiamo assumerci alcuna responsabilità nel caso vada storto qualcosa.

Se preferite lasciare a noi quest'incombenza contattateci pure. Saremo lieti di aiutarvi.

 

1) Disinstallare programmi inutili

Aprire il Pannello di Controllo, poi la voce "Programmi e Funzionalità", selezionare il programma desiderato e fare clic su Disinstalla nella parte alta della finestra. Partirà la disinstallazione vera e propria del programma; da questo momento quella specifica applicazione non si troverà più sul computer e non potrà più essere utilizzata, a meno che non venga riinstallata successivamente.

 

2) Disinstallare app inutili (Windows 10)

Preinstallate in Windows 10 si trovano una serie di app, ma buona parte di queste spesso non vengono utilizzate e si può decidere di disinstallarle.

Per farlo non si può seguire la metodologia canonica; per alcune è sufficiente fare clic con il tasto destro del mouse sulle corrispondenti "piastrelle" del menu Start e selezionare Disinstalla, mentre per altre (quelle targate Microsoft) bisogna ricorrere a semplici cmdlets Powershell:

 - premere la combinazione di tasti Windows+X quindi selezionare Prompt dei comandi (amministratore).

 - alla comparsa della finestra a sfondo nero del prompt dei comandi, digitare powershell + Invio.

 - a questo punto per disinstallare l'app digitare il seguente comando: Get-AppxPackage *nome_app* | Remove-AppxPackage
   dove nome_app può essere una delle seguenti app:

   - 3dbuilder

   - windowsalarms (sveglie e orologio)

   - windowscalculator (calcolatrice)

   - windowscommunicationsapps (posta e calendario)

   - windowsmaps (mappe)

   - windowsphone (Phone Companion)

   - windowscamera (fotocamera)

   - windowsstore

   - people (contatti)

   - photos (foto)

   - bingfinance (money)

   - bingnews (notizie)

   - bingweather (meteo)

   - bingsports (sport)

   - onenote

   - soundrecorder (registratore vocale)

   - officehub (ottieni Office)

   - xboxapp

   - skypeapp (ottieni Skype)

   - solitairecollection (Microsoft Solitaire Collection)

   - zunemusic (Groove Musica)

   - zunevideo (film e tv)

   - getstarted (Per iniziare)

 

Tuttavia, alcune app Microsoft non sono disinstallabili: l'assistente digitale Cortana, l'app Contatta il supporto, Edge e Windows Feedback.

Naturalmente, in caso di bisogno, le app disinstallate potranno essere riinstallate senza problemi servendosi sempre dell'interfaccia Powershell, utilizzando il comando seguente:

Get-AppxPackage -AllUsers| Foreach {Add-AppxPackage -DisableDevelopmentMode -Register "$($_.InstallLocation)\AppXManifest.xml"}

 

3) Disattivare i messaggi pubblicitari di Windows 10

Per disattivare la visualizzazione dei messaggi pubblicitari da parte di Windows 10, è sufficiente digitare Impostazioni di Start nella casella di ricerca quindi disabilitare l'opzione Mostra occasionalmente suggerimenti in Start.

Anche in Esplora file potrebbero essere mostrati dei riferimenti pubblicitari; per disabilitarli del tutto basta premere Windows+X, scegliere Esplora file quindi cliccare su Visualizza, Opzioni e, infine, sulla cartella Visualizzazione, disattivare la casella Mostra le notifiche del provider di sincronizzazione.

 

4) Controllare con Gestione attività cosa accade sul Sistema

Aprire la finestra Gestione attività di Windows (combinazione di tasti CTRL+MAIUSC+ESC o tasto destro del mouse sulla barra di Windows + clic sinistro su Gestione attività), accedere alla scheda Processi e verificare se ci sono voci particolarmente "pesanti" ordinando la colonna desiderata (CPU, Memoria, Disco) dal valore più alto; valutare attentamente le voci più pesanti ed eventualmente terminarle selezionando la voce desiderata e facendo clic sull'apposito pulsante in basso a destra della finestra (NB: fare attenzione a ciò che si termina; il Sistema potrebbe diventare instabile o un'applicazione potrebbe non funzionare o funzionare in modo non corretto).

Sempre da Gestione attività è molto utile anche verificare la scheda Prestazioni per cercare di capire cosa sta facendo il Sistema ed intervenire di conseguenza.

Nota: in caso di picchi temporanei di CPU, Memoria o Disco al 100% non devono preoccupare; l'importante è che processore, Ram o Disco non siano costantemente utilizzati al massimo. In questo caso, utilizzando la scheda Processi, per esempio, e aiutandosi con Dettagli, si può scoprire quale applicazione sta impegnando la CPU in maniera eccessiva.

Nel caso si individuassero una o più applicazioni che impegnano pesantemente le risorse del Sistema per troppo tempo, potranno essere chiuse, eliminate dall'avvio automatico o addirittura disinstallate completamente.

 

5) Controllare i programmi caricati all'avvio

Sempre dalla finestra Gestione attività del Sistema (Windows 10), cliccando sulla scheda Avvio, è possibile verificare quali sono le applicazioni in esecuzione automatica e ottenere informazioni sull'impatto in avvio del Sistema Operativo (colonna Impatto di avvio). Cliccando con il tasto destro su qualunque elemento quindi su Disabilita, è possibile sospenderne il caricamento all'avvio di Windows di fatto velocizzando il sistema operativo.

 

6) Provare a disabilitare la funzionalità "Avvio rapido" (Windows 10)

Avvio rapido è una funzionalità concepita già dalla verisone 8.x di Windows e riproposta nella 10 che ha lo scopo di rendere più veloce il caricamento del Sistema Operativo.

Tale funzionalità è attiva per default su tutti i sistemi Windows 10 ma non sempre contribuisce a sveltire il caricamento del sistema operativo, perciò si consiglia di digitare Opzioni risparmio energia nella casella di ricerca di Windows 10, fare clic su Specifica comportamento pulsanti di alimentazioneModifica le impostazioni attualmente non disponibili quindi provare la differenza con Avvio rapido attivato e disabilitato.

Attenzione: l'Avvio rapido non va assolutamente abilitato nelle configurazione dual boot o multi boot!!!

 

7) Usare l'ibernazione con Windows 10

Per velocizzare al massimo avvio e "arresto" del Sistema, anziché spegnere completamente il sistema e avviarlo da zero ogni volta, si consiglia di provare l'ibernazione, ove possibile, anche coi sistemi desktop.

I vantaggi sono molto evidenti: lo spegnimento e l'accensione del sistema saranno pressoché istantanei, al contrario della "sospensione" il dispositivo non consumerà energia dopo lo spegnimento e al successivo avvio si troveranno programmi, cartelle, file e documenti lasciati aperti esattamente dov'erano durante la precedente sessione di lavoro (anche se il consiglio è sempre quello di salvare i file modificati e chiuderli prima di mettere il pc in ibernazione in quanto in caso di mancanza di alimentazione e privi di batteria o gruppo di continuità il pc verrebbe spento forzatamente ed ogni lavoro non salvato andrebbe perso).

Per attivare l'ibernazione in Windows 10 basta aprire il Pannello di controllo e digitare Opzioni risparmio energia nella casella di ricerca in alto a destra, quindi selezionare Specifica comportamento pulsanti di alimentazione, cliccare su Modifica le impostazioni attualmente non disponibili quindi attivare la casella Avvio rapido.

 

8) Disabilitare alcuni effetti visivi sui sistemi più datati

Premere la combinazione di tasti Windows+R, digitare sysdm.cpl, fare clic sulla scheda Avanzate quindi su Impostazioni del riquadro Prestazioni.

 

Si consiglia di selezionare la voce Regola in modo da ottenere le prestazioni migliori ed eventualmente riattivare ad una ad una le singole voci nel riquadro sotto nel caso lo si desideri.

 

9) Verificare lo spazio disponibile sul disco

Avere poco spazio disponibile sul disco (anche SSD) di Sistema (C:\) determina notevole degrado delle prestazioni del PC, perciò si consiglia di verificare con una certa regolarità lo stato del disco considerando di averne sempre libero non meno del 10% della sua capacità totale. Nel caso si veda un valore sotto a questa soglia si consiglia di spostare dati su altro disco o di sostituirlo con un modello di maggiore capacità.

 

10) Passare a un'unità SSD e aumentare la RAM

La sostituzione di un hard disk magnetomeccanico con un nuovo SSD aiuterà a velocizzare drasticamente un sistema, sia esso un PC desktop o un notebook. Sempre più spesso si riesce a dar nuova vita a ormai vecchi computer adottando questa soluzione. Clonando il disco originale sul nuovo SSD (che normalmente deve avere capacità uguali o maggiori del vecchio disco) non sarà nemmeno necessario riinstallare nulla; tutti i dati ed i programmi presenti sul disco originale verranno copiati anche sul nuovo SSD, perciò basterà sostituirlo fisicamente al vecchio ed accendere il PC godendo delle nuove prestazioni.

Nel caso in cui, anche a sistema sostanzialmente "a riposo", la colonna Memoria della finestra Gestione attività dovesse riportare un valore molto elevato (sempre oltre il 75%-80%), si potrà valutare l'acquisto di memoria RAM.

Spesso l'inesorabile installazione di nuovi aggiornamenti e programmi porta a saturarla velocemente e l'unica soluzione per evitare drastici rallentamenti è l'aggiunta di nuova RAM o sostituzione del/i modulo/i installato/i con nuovo/i modulo/i di capacità maggiore. A livello software non ci sarà nulla da fare.

 

11) Ripristino di Windows 10 in caso di problemi

In casi estremi (instabilità del sistema, eccessiva lentezza) si potrà valutare un ripristino del Sistema ricorrendo alla funzionalità integrata (Windows 10).

Relativamente a Windows 10, per accedervi, è sufficiente digitare Opzioni di ripristino e cliccare su Per iniziare in corrispondenza della voce Reimposta il PC.

Windows 10 consentirà di ottenere quella che di fatto sarà una sorta di reinstallazione "pulita" oppure un ripristino dei file del sistema operativo mantenendo file personali e impostazioni.

In tutti i casi, si raccomanda di effettuare un backup dei dati su discpositivo esterno (chiavetta o disco USB) prima di procedere con il ripristino.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information