Come disinstallare OneDrive da Windows 10

Come disinstallare OneDrive da Windows 10

  

Come disinstallare OneDrive da Windows 10

Il client Microsoft del servizio di storage cloud OneDrive è integrato come impostazione predefinita in Windows 10 perciò i suoi utenti possono accedere ai propri file memorizzati sui server remoti di Microsoft e modificarli dall'interfaccia del Sistema Operativo stesso; inoltre permette di mantenere sincronizzato il contenuto delle proprie cartelle locali creandone automaticamente una copia sul cloud.

Tale servizio è concesso agli utenti Microsoft in forma gratuita, a condizione che chi vuole usufruire del servizio registri un account Microsoft, a meno che non ne abbia già uno e/o lo utilizzi già per effettuare il login a Windows 10 (al posto di un account utente locale).

Per chi, invece, non è interessato al servizio, se lo desidera, può disinstallarlo completamente.


Disattivare OneDrive in Windows 10 e rimuoverlo completamente

Tale operazione è concessa a tutti coloro che hanno installato l’aggiornamento KB3206632 per Windows 10 Anniversary Update o il successivo Creators Update.

Rimuovere OneDrive da Windows 10 Home

Per disinstallare OneDrive da Windows 10 Home è sufficiente digitare App e funzionalità nella casella di ricerca di Windows 10, quindi individuare Microsoft OneDrive nella lista e premere il corrispondente pulsante Disinstalla.

La disinstallazione di OneDrive da Windows 10 non comporterà la perdita di alcun file personale memorizzato in locale o sul cloud.

Al termine della disinstallazione, l'icona di OneDrive scomparirà anche dalla traybar di Windows, in basso a destra.

Nel caso in cui si volesse successivamente reinstallare OneDrive, basterà visitare questa pagina, cliccare sul pulsante Scarica l'app e seguire le istruzioni a video oppure aprire la cartella C:\Windows\SysWOW64 (C:\Windows\System32 per sistemi a 32 bit) e ciccare due volte sul file OneDriveSetup.exe.

 

Rimuovere l'icona di OneDrive da Esplore file

Disinstallando OneDrive da Windows 10 in questo modo la voce OneDrive resterà comunque visualizzata nella colonna di sinistra di ciascuna finestra di Esplora file.

Per rimuoverla anche da qui bisognerà applicare alcune semplici, ma delicate, operazioni manuali.

Per chi utilizza le edizioni Pro, Enterprise o Education di Windows 10 si consiglia di non disinstallare OneDrive, ma di agire sull'Editor criteri di gruppo locali:

  - premere la combinazione di tasti Windows+R quindi digitare gpedit.msc e premere Invio.

  - dalla colonna di sinistra, selezionare Configurazione computer, Modelli amministrativi, Componenti di Windows, OneDrive.

  - dall'area di destra, cliccare due volte su Impedisci uso di OneDrive per archiviazione file quindi selezionare l'opzione Attivata.

In questo modo l'accesso a OneDrive sarà completamente inibito e la sua icona scomparirà anche dalle finestre di Esplora file.

Premendo la combinazione di tasti Windows+R quindi digitando %userprofile%, si potrebbe cancellare la cartella OneDrive con tutto il suo contenuto; in questo modo gli eventuali file salvati sui server remoti di Microsoft non saranno cancellati, ma si elimineranno solo ed esclusivamente le loro copie locali in modo da recuperare spazio su disco.

Per chi utilizza l'edizione Home di Windows 10 si consiglia di seguire i seguenti passaggi:

  - aprire il Registro di Sistema: premere la combinazione di tasti Windows+R quindi digitare regedit e premere Invio

  - per sistemi a 32bit: raggiungere la cartella HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{018D5C66-4533-4307-9B53-224DE2ED1FE6}\ShellFolder e impostare la chiave Attributesf090004d

  - per sistemi a 64bit: raggiungere la cartella HKEY_CLASSES_ROOT\Wow6432Node\CLSID\{B4FB3F98-C1EA-428d-A78A-D1F5659CBA93}\ShellFolder e impostare la chiave Attributes a f090004d

  - riavviare Windows ed aprire Esplora file per verificare che l'icona di OneDrive sia sparita.

NB: per tornare vedere di nuovo l'icona di OneDrive in Esplora file segnarsi il valore della chiave Attributes prima di applicare la modifica e riportarla al valore precedente. Dopo ogni modifica di tale chiave procedere con un riavvio del sistema per far si che Windows "senta" la modifica apportata.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information